Scopri le tendenze positive dei settori industriali e manifatturieri in Bulgaria

Per anni l'economia bulgara è stata sottoposta a un processo di ristrutturazione durante il quale alcune industrie sono cresciute rapidamente e hanno aumentando la loro economia, mentre altre hanno ridotto i propri oneri. L'industria è tra i rami in crescita dell'economia bulgara, che si è sviluppata ad un buon ritmo sin dal 2000 e ha aumentato i suoi benefici lordi, escludendo il periodo di crisi (2009-2010). La sua economia è aumentata anche dal secondo millennio - dal 21% del valore aggiunto lordo nel 2000, l'industria nel 2017 rappresenta già una quota del 24%.

 

Oltre ai beni industriali, l'economia bulgara produce anche sempre più servizi, che spesso rimangono inosservati. Il settore dell’informatica, l'outsourcing dei servizi alle imprese e il settore finanziario sono tra i settori che stanno diventando sempre più importanti nell'economia, se giudicati dal loro contributo ad esso. Il settore informatico ha già una quota del 5,5% nel valore aggiunto lordo (rispetto al 3,2% nel 2000), esternalizzazione - 6,1% e finanza e assicurazioni - 7,5%. Allo stesso tempo, il settore che ha "perso terreno" più visibilmente nell'economia locale degli ultimi 17 anni è l'agricoltura. Nonostante gli enormi sussidi previsti dalla politica agricola comune e dai pagamenti supplementari nazionali. Nei servizi pubblici (amministrazione, sanità, istruzione, ecc.) e nel settore immobiliare vi è anche un calo delle quote, ma molto meno evidente rispetto all’agricoltura.

 

Inoltre, ecco quali beni vengono prodotti sempre di più in Bulgaria. Gli sviluppi più importanti del settore industriale comprendono prodotti in metallo, apparecchiature elettriche, mobili, gomma e plastica, parti di automobili, macchinari, attrezzature e armi, computer e apparecchiature di comunicazione, ruote, carta e cartone.

 

Nei suddetti processi, l'aumento della produzione dal 2000 al 2018 è di gran lunga superiore alla media nell’industria manifatturiera e in alcuni casi raggiunge 3-4 volte (vedere le informazioni di seguito). Il motivo dell'espansione è di solito l'elevata concorrenza dei mercati esteri e la significativa esportazione, il che è confermato anche dai dati sulle esportazioni.

 

Variazione della produzione manifatturiera (gennaio 2018 rispetto a gennaio 2000),%

 

 

Industria di trasformazione:                                                                                          125.7%

Fabbricazione di prodotti alimentari:                                                                          112.8%

Fabbricazione di bevande:                                                                                             10.6%

Fabbricazione di prodotti del tabacco:                                                                        -54.8%

Fabbricazione di prodotti tessili e tessili, escluso l'abbigliamento:                         48.2%

Produzione di abbigliamento:                                                                                        58.0%

Lavorazione della pelle, Fabbricazione di calzature e altri articoli in pelle:           8.4%

Fabbricazione di legno e di prodotti in legno, esclusi i mobili                                 75,1%

Fabbricazione di carta, cartone e altri prodotti di carta                                           219,2%

Stampa e riproduzione di supporti registrati                                                              72,8%

Fabbricazione di prodotti chimici                                                                                  65,8%

Fabbricazione di sostanze e prodotti medici                                                               18,0%

Fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche                                            399,5%

Fabbricazione di altri prodotti minerali non metallici                                               139,6%

Fabbricazione di metalli di base                                                                                    156,0%

macchinari e attrezzature                                                                                               370,7%

prodotti elettronici e ottici                                                                                             252,0%

Fabbricazione di apparecchiature elettriche                                                               494,6%

Fabbricazione di macchinari e apparecchiature, generali e speciali                       284,8%

Fabbricazione di autoveicoli, rimorchi e semirimorchi                                              385,5%

Fabbricazione di autoveicoli e non di autoveicoli                                                       278,9%

Fabbricazione di mobili                                                                                                    398,2%

Produzione non classificata altrove                                                                              349,2%

Manutenzione e installazione di macchinari e attrezzature                                     88,7%

Beni di consumo durevoli                                                                                               513,1%

Prodotti per consumi intermedi                                                                                    122,2%

Prodotti di consumo non durevoli                                                                                 60,6%

Prodotti energetici                                                                                                           10,0%

Fonte: NSI, dati adeguati al calendario

 

Il solo settore con un calo della produzione dal 2000 è stato il tabacco - a causa delle politiche sanitarie, dell'aumento dei prezzi dovuto all'aumento delle accise, al mercato illegale e, in generale, al calo del consumo di tali prodotti in tutta Europa e paesi sviluppati. Tra i sottosettori con prestazioni relativamente basse (vale a dire una crescita inferiore alla media per l'intero settore) ci sono cuoio, tessuti, scarpe, legno, bevande, cibo, ecc. Tutti questi sono tradizionalmente merci con una velocità di lavorazione bassa e un vantaggio relativamente basso. Al contrario, la maggior parte dei settori che sono cresciuti drasticamente dal 2000 sono quelli ad alto vantaggio, come macchinari, apparecchiature elettriche, computer e apparecchiature di comunicazione, componenti per auto, biciclette e altro ancora. Hanno aumentato la loro quota di esportazioni più del doppio dal 2000 - dall'11 a quasi il 26%.

È notevole che tutti i sottosettori dei beni di investimento abbiano aumentato la loro quota nelle esportazioni. Questa ristrutturazione verso materie prime con maggiori benefici si verifica a spese di tutti gli altri principali gruppi di prodotti: risorse energetiche, beni di consumo, materie prime e materiali.

Ciò non significa che le loro esportazioni stiano diminuendo, al contrario: la loro crescita è relativamente più lenta di quella dei beni di investimento. Tuttavia, è importante notare che nei tre gruppi sopra menzionati, la cui quota delle esportazioni totali si riduce, e ci sono prodotti che godono di un peso crescente nelle vendite esterne. Ad esempio, nei beni di consumo, la percentuale di cibo è in aumento; lo stesso vale per le materie prime, che hanno anche una quota significativamente più elevata nel 2017.

 

Nel complesso, i dati sul PIL, sulla produzione industriale e sulle esportazioni mostrano quanto segue:

  1. L'industria bulgara si sta sviluppando bene dal 2000 e ha aumentato il suo peso nell'economia, in gran parte a causa dell'espansione dell'industria manifatturiera;
  2. Nel settore manifatturiero vi è una tendenza costante alla riorganizzazione verso una quota più elevata di sottosettori ad alto valore aggiunto, a spese di quelli con un tasso di trasformazione inferiore;
  3. Questo processo di riorganizzazione è dettato principalmente dai mercati esteri e riflette la competitività dei produttori bulgari di materie prime con un vantaggio relativamente elevato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *